Le ultime news

Wrapped per inserzionisti 2021: in che modo la musica ci ha aiutato a interagire di nuovo e a riprendere in mano le nostre vite

Dopo oltre un anno in stand-by, il pubblico ha potuto finalmente premere play per ricominciare a vivere al massimo, trovando nella musica un alleato fondamentale per questa ripartenza. Scarica il report per scoprire di più.

L'audio digitale ha rallegrato le giornate, formato opinioni, offerto contenuti formativi e ispirato stati d'animo. E come se non bastasse, ha contribuito a creare nuove collaborazioni tra ascoltatori, creatori e inserzionisti.

Ci sono ottime prospettive in vista: il 61% degli utenti Millennial e della Generazione Z a livello globale ha dichiarato di voler costruire una "nuova normalità."1 Quindi, prima di pensare al prossimo anno, consigliamo di dare un'occhiata ai cambiamenti avvenuti nel 2021. Potresti trovare qualche buono spunto per entrare ancor più in sintonia con il pubblico nel 2022.

1. Sempre online

L'audio è stato il nostro compagno fisso.

Nel tentativo di recuperare il tempo perduto e trovare un nuovo equilibrio, il pubblico ha cercato contenuti in grado di apportare un valore aggiunto. Sono stati in molti a scegliere l'esperienza di ascolto, e infatti il 79% degli utenti a livello globale afferma di aver scelto l'audio digitale come strategia per combattere l'affaticamento da schermo.2

Spotify ha letteralmente conquistato i consumatori offrendo un'ampia varietà di soluzioni audio, tant'è che i minuti di riproduzione sulla piattaforma da parte degli utenti tra 15 e 44 anni sono aumentati complessivamente del 22% dal 2020 al 2021.3 Per di più, il 69% degli utenti Millennial e della Generazione Z iscritti a Spotify ha dichiarato che l'audio è stata una sorta di colonna sonora per le loro giornate.4

2. Più connessioni

La musica ci unisce attraverso la cultura.

Posti di fronte alle difficoltà di restare in contatto con i propri cari, gli ascoltatori hanno utilizzato sempre più i contenuti audio per accorciare digitalmente le distanze, condividendo momenti ed esperienze culturali. Ad esempio, il 59% degli utenti Millennial e della Generazione Z iscritti a Spotify in tutto il mondo ha dichiarato di aver condiviso più contenuti per non smettere di interagire con gli amici.6 Sono oltre 2.1 miliardi i brani, show, album e artisti condivisi su Spotify nel 2021 e oltre 22 milioni le playlist Spotify collaborative create nell'ultimo anno.7

3. Armonia a casa

La condivisione di contenuti audio ci ha aiutato a restare in contatto.

In un momento in cui il ritmo delle nostre vite è rallentato, ascoltare insieme contenuti audio ci ha fatto sentire più vicini. Gli smart speaker hanno svolto un ruolo chiave, offrendo un po' di tutto, dai mix per le feste da ballo ai brani di "Frozen", e nel 2021 sono diventati talmente popolari tra gli utenti di Spotify di tutto il mondo che il tempo totale di ascolto tramite questi dispositivi è aumentato del 29% su base annua.8

A proposito di "Frozen", questa tendenza è cresciuta in particolare tra i genitori, il 63% dei quali ha dichiarato di aver ascoltato musica e podcast tramite smart speaker.9

4. Suoni eclettici

I podcast hanno offerto agli ascoltatori un'ampia gamma di esperienze.

In un contesto caratterizzato da continui cambiamenti, l'audio ha permesso al pubblico di provare nuove esperienze: il 68% degli utenti Millennial e della Generazione Z iscritti a Spotify ha dichiarato di aver scoperto tantissimi contenuti di loro gradimento, come mai prima d'ora.11

In particolare, il numero di utenti di podcast tra 15 e 44 anni su Spotify è aumentato del 34% su base annua. La scoperta di nuovi contenuti audio ha portato alla creazione di un elenco eclettico dei 50 podcast più ascoltati, che comprende titoli come Gemischtes Hack, lo show comico in lingua tedesca presente in esclusiva su Spotify, o come Crime Junkie molto noto agli appassionati di crimine.12

5. Il momento giusto, l'atmosfera giusta

I contenuti audio ci hanno aiutato a mantenere la calma.

Non si può negare: il 2021 è stato un anno altalenante e i contenuti audio hanno avuto un ruolo determinante nel creare l'atmosfera giusta per affrontare questi momenti. I contenuti di Spotify si sono adattati a tanti mood diversi, con playlist rilassanti (Peaceful Piano), energiche (Mood Booster), nostalgiche (All Out 80s) e vivaci (lofi beats) che si sono classificate tra le Top 20 più riprodotte su Spotify nel 2021.14

Esplora tutte le 5 tendenze in Spotify Wrapped per Inserzionisti scaricando il report qui sotto.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
  1. Spotify Culture Next Global Survey, condotto su 9.000 intervistati di età compresa tra 15 e 40 anni, aprile 2021
  2. Spotify x IPG, Digital Audio Expansiveness, 2021
  3. Spotify First Party Global Data, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020
  4. Spotify Culture Next Global survey, condotto su 9.000 intervistati di età compresa tra 15 e 40 anni, aprile 2021
  5. Spotify First Party Data, Italia, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020
  6. Spotify Culture Next Global survey, condotto su 9.000 intervistati di età compresa tra 15 e 40 anni, aprile 2021
  7. Spotify First Party Global Data, gennaio-ottobre 2021
  8. Spotify First Party Global Data, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020
  9. Spotify Culture Next Global survey, condotto su 9.000 intervistati di età compresa tra 15 e 40 anni, aprile 2021
  10. Spotify First Party Data, Italia, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020
  11. Spotify Culture Next Global survey, condotto su 9.000 intervistati di età compresa tra 15 e 40 anni, aprile 2021
  12. Spotify First Party Global Data, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020
  13. Spotify First Party Data, Italia, gennaio-ottobre 2021
  14. Spotify First Party Global Data, gennaio-ottobre 2021
  15. Spotify First Party Data, Italia, gennaio-ottobre 2021 rispetto a gennaio-ottobre 2020

Pronto a utilizzare questi insight nelle tue campagne?

Comincia subito con Spotify Ad Studio

Let’s talk